giovedì 16 febbraio 2017

Sul CYBER-Bullismo e Greta Menchi

Bella!

Bella a tutti, gente!

Taglio dritto al sodo che 'sta notte ho finito tutti i miei doveri e voglio giocare un'oretta a Tomb Rider 1 quello vero del '96 ma che ne sapete voi 2000 di merda dal mio PC super potente che la pirateria levati guarda che meglio che #EH ci siamo capiti.

 Serietà.

Sanremo 2017.
Non l'ho guardato perché lo faccio solo sul divano quando ho una morosa, quindi praticamente non sono mai riuscito a cuccarmene uno per intero #TOP, tuttavia i Social mi soccorrono per un aiuto mai richiesto e che mi ha permesso di udirne le voci ed i fattacci.

Fatto sta che fatto sto che potrebbe esservi giunta voce anche a voi altri del OMMIODDIO GRETA MENCHI NELLA GIURIA PORCALAMA****A MA COME CAZZOMA COME SI PERMETTONO ai miei tempi si stava peggiomeglio, signora mia.


Chi è Greta Menchi
Una 21enne che mi bomberei youtuber molto famosa fra i ragazzini e quindi perfetta per uno show (rileggi: S-H-O-W) televisivo quale è stato quello di Sanremo 2017, il cui scopo con l'avvento dei Social è proprio quello di avvicinare le generazioni più gggggiuovani alla musica anoressica nostrana.

Tutta la premessa per affermare che 'sta regazzina è stata soggetta a pesanti critiche di varia e sopratutto bassa natura, fra le quali quelle dei meme di UNA CERTA PAGINA FACEBOOK che ho sempre seguito e seguo con piacere.

E fin qui nessun problema, SE non fosse che la cosa ha cozzato contro la tranquillità di un'altra personalità dei Social, una Scrittrice che non menzionerò e che seguo(-ivo) da un 4 anni circa.
La bravissima Scrittrice, che peraltro - fatto importante - è anche una mamma, ha affermato di vergognarsi di detenere fra le amicizie chiunque avesse dato il like (e quindi l'iscrizione... e quindi il tacito assenso) alla suddetta CERTA PAGINA arrivando così ad esortare i propri contatti a disiscriversi, pena l'espulsione per mano sua dalle sue "cerchie".

Inutile menzionare la pioggia dei morti e morte dell'Influente Consenso, che in un attimo le han risposto "ommioddio non pensavo fossero caduti così in BASSO gnegnegne mi disiscrivo subito guardami quanto sono buono e bravoGUARDAMI!!11!"

Per tutta risposta, dato che a me quando mi piovono ordini dal cielo li devo automaticamente disattendere #cazzoculofiga - è più forte di me, bellezza: sopra di me ci sono solo i miei capelli - ho quindi voluto DARE una mia risposta a "Scrittrice".
Non nego di averlo voluto fare anche per Sfida, ma col senno di poi (e dato che il tutto è stato da lei cancellato, NON a scopo di censura sia chiaro, forse per ripensamento) mi ci ritrovo piuttosto bene in questa Arringa del Diavolo che ho voluto scrivere.

Perché a me piace scrivere, ed ogni pretesto è buono per esercitarmi.
Ergo vi copioincollo questa mia Difesa a questa Pagina Facebook che è poi stata censurata da Facebook per la decima volta (non scherzo). Buona Lettura!


Sul CYBER-Bullismo e Greta Menchi




Cara Scrittrice, siamo “amici” dal Novembre 2013, ma avendo la possibilità di mantenere il piede in due staffe (seguendo sia te, che la pagina incriminata) annullerò con dispiacere questo filo sottile ed invisibile che ci ha legato fino ad oggi. Ti spiego il mio perché;
il nome della suddetta pagina è fra le più chiare dichiarazioni d’intento che si possano trovare nella Rete, un compendio in quattro parole della peggiore mentalità adolescenziale che fonda il tema portante della pagina: lo “SPACCARE”, semplicemente, ogni cosa. Tutto e tutti.
E’ il Rock basso, ignobile e stonato dei bulletti dell’ultimo banco, quello da cui le Mamme come te mettono (giustamente) in guardia i propri figli. E tu fai benissimo a remargli contro, prendendo una posizione ferma e corretta. E’ “Giusto”.
Ma è proprio per questo che io continuerò a seguirla.

I “bulletti dell’ultimo banco” non sono certo edificabili, e la maggior parte di loro agiscono nella codardia: l’Individuo bullo è solo deprecabile.
Ma ciò che io apprezzo dei “Bulletti dell’ultimo banco” è proprio l’energia, lo Spirito (più grande di loro) che contribuiscono a mantenere vivo attraverso tutte le loro piccole, quotidiane punzecchiature: lo Spirito della “Ribellione”, sempre e comunque.
Gran parte degli iscritti e dei “mi piace” che sono piovuti sull’attacco alla giovanissima Greta provengono da ragazzini fra i 10 e i 18 anni, che in quanto tali non hanno la più pallida idea di quello che hanno fatto, e che probabilmente di persona non insulterebbero mai Greta, ma anzi ci scherzerebbero infatuati rischiando persino di volerne diventare amici.
Ma quindi PERCHÉ insultarla? Perché il ragazzino di 15 anni non insulta Greta, insulta ciò che superficialmente rappresenta e che – per quanto questo possa non essere il caso – è una verità della “Strada” e delle sue Ingiustizie: la Bellezza vince sul Merito.

Lo Spirito alimentato dai “bulli dell’ultimo banco”, e quindi da pagine come “SDP”, è lo stesso che Oggi insulta ciò che Greta rappresenta agli occhi della società (che lo si voglia ammettere o meno), Domani SICURAMENTE andrà CONTRO altri centinaia di temi, compreso quelli più pericolosi.
Per fare un taglio terribilmente veloce e politico, un Mussolini od un mefistofelico Adolf Hitler nell’epoca dei Social verrebbe (ed in realtà già avviene!) sicuramente DISTRUTTO umoristicamente in mille maniere, dalle più sagaci alle suddette più basse e sporche, proprio perché l’Umorismo o la Comicità dei “Bulli dell’ultimo banco” è la forma più pura di “Male” (insito all’Uomo), che NON AGISCE PER INTERESSE, ma per se stesso.

Certo i gestori della pagina un interesse economico lo hanno, ma parliamo di spiccioli a confronto del suddetto “Spirito di Ribellione” a cui danno adito mantenendo attiva la pagina.

E in tale futuro distopico, nel peggiore caso in cui i Social dovessero venire chiusi, mi piace pensare che sia propria questa mentalità ostinatamente fuori e CONTRO qualsivoglia tipo di schema perbenista e “corretto” a fomentare quella scintilla, quel fuoco, quella Ribellione che porta successivamente ad imbracciare lo storico “fucile”, a non farsi comandare da chi vuole imporsi sugli altri.
Perché il “male puro” dei “bulletti dell’ultimo banco”, per quanto macchiabile dal cattivo gusto, esiste solo per se stesso, e non avendo regole è incontrollabile da chiunque, da qualsiasi forma di autorità.
Ed il bello di questa sua libertà è che laddove partorisce umorismo intelligente o comicità onesta, è in grado di raggiungere e di far PENSARE proprio quelle persone che incatenate dalle regole vi si sottomettono inconsapevolmente, ogni giorno.
Tu definisci SDP “merda”, io ti ricordo il potere sterile dei diamanti.

È per questo motivo che continuerò a seguire SDP, cosa che continuerò a fare coi tuoi post nella speranza che la cosa non ti schifi troppo. Ciao!








Nessun commento:

Posta un commento